O_synce Navi2Coach

unboxing 0Per chi non lo conoscesse il navi2coach è un ciclo computer, prodotto dalla tedesca O_synce, che si pone l’ambizioso obiettivo di sfidare e battere il garmin 500. Uno dei pregi di questo dispositivo, oltre a quello di avere un GPS on board, è la possibilità di configurare a piacimento, ogni pagina da visualizzare.

unboxing 1

All’interno della confezione in cartoncino, con frontespizio trasparente, troviamo l’occorrente per il primo utilizzo del dispositivo, ovvero:

Le guide rapide, in diverse lingue tra cui l’italiano, la batteria, il sistema di ancoraggio a manubrio ed il cavetto di connessione al PC. Manca sia il programma di gestione degli allenamenti, TrainingLab , utile anche per la configurazione del n2c tramite PC (che però,  come leggiamo dalle istruzioni veloci, può essere scaricato insieme alla guida dettagliata dal sito ufficiale), che il carica batterie da muro.

unboxing 2

Aspetto:

il navi2coach con le sue dimensioni 8,2x5x1,5 circa risulta di poco più grande del suo diretto rivale. Il peso invece è di 78gr.

unboxing 5

I tasti principali start/stop lap sono posti frontalmente, mentre quelli opzionali (per sfogliare le varie schermate e di accensione sono posti lateralmente). Sul retro trovano posto, infine, il pulsantino di reset e la presa per la connessione/ricarica al PC.

La batteria è da 750mAh e può essere sostituita a piacimento.

unboxing 6

L’aspetto d’insieme risulta gradevole ed il dispositivo molto compatto. I tasti sono stati resi impermeabili all’acqua con un rivestimento esterno che li rende si robusti ma anche non facili da pigiare, specie se si indossano i guanti invernali.

Spesso, infatti, risultano un po’ “duri” nella risposta.

unboxing 3

Il sistema di ancoraggio dispositivo manubrio, si compone: di una base fissa (culla), cui viene bloccato il dispositivo e di una staffa per il fissaggio a manubrio. Per quest’ultima vengono forniti due supporti  intercambiabili: uno tipicamente ciclistico, l’altro invece più sollevato, da mettere a “cavalletto” dell’attacco manubrio.

unboxing 8

Lo schermo con Display monocromatico con una  risoluzione 128×160, unita ad un ottimo contrasto consente una buona visuale.

All’accensione il nostro navigatore ci chiede di inserire i dati principali di funzionamento

unboxing 7

quali: lingua, sesso, data di nascita e parametri relativi alla nostra  Frequenza Cardiaca  e Potenza di soglia.

Tutti i dati necessari per la configurazione del n2s nonchè la scelta dei dati da visualizzare nelle varie pagine possono essere configurate sia manualmente, che molto più semplicemente tramite PC, utilizzando il programma gratuito TrainingLab.

n2c_pc 1-4

Programma che ,inoltre, ci segnala e ci consente di aggiornare velocemente i nuovi fw disponibili per il navigatore.

Configurazione.

Il n2c consente di gestire contemporaneamente 4 profili a cui è possibile assegnare un proprio nome. Ad ogni profilo è possibile associare i vari sensori, le zone di Frequenza Cardiaca e di potenza, il numero di pagine di allenamento visualizzabili, nonché i valori di ogni singolo campo della pagina di allenamento.

n2c_pc 1-13

In ogni pagina di allenamento è possibile visualizzare dai quattro agli otto campi.

n2c_pc 1-12

I campi, al momento in cui scrivo, versione del FW 1.1.2, che si possono inserire sono:

Campi

Molto interessante, tra le opzioni che si possono scegliere, quella di avere un remainder, basato sul tempo o sulla distanza, che ci può ricordare cose importanti come ad esempio di bere o di mangiare.

n2c_pc 1-11

Nella fase di configurazione, una delle pecche riscontrate è che il SW TrainingLab non consente di selezionare la lingua italiana nei possibili linguaggi da impostare nel n2c (bug?)

n2c_pc 1-5_1

per cui quando si vanno a modificare e poi si inviano le impostazioni al dispositivo, questo in automatico viene “risettato” in lingua inglese. Morale: ” fatta la configurazione o cambiata la configurazione”, bisogna reimpostare a mano direttamente sul navigatore la lingua italiana.

Montaggio: il kit di fissaggio a manubrio, come già detto si compone: di una culla e due staffe. Per montare l’una o l’altra occorre agire sulle viti di fissaggio alla culla.

unboxing 9

Secondo mio modesto parere, la croce del n2c resta il sistema di bloccaggio n2c/culla. Quest’ultimo, essendo a clip e non a slitta, non garantisce un efficace vincolo e, personalmente, durante le uscite ho sempre paura, specie su terreni accidentati in cui si subiscono tante vibrazioni, che il n2c possa letteralmente volare via dal supporto.

Il fissaggio “finale” al manubrio è affidato alle classiche fascette da elettricista. Anche qui la plastica del supporto essendo rigida e “scivolosa” richiede, per il bloccaggio, l’uso di uno spessore (adesivo biadesivo fornito in dotazione).

unboxing 10

Per cambiare l’orientamento del n2c è comunque necessario svitare le quattro vitarelle sul retro, operazione veloce ma difficilmente eseguibile al volo, soprattutto se si è già messo lo spessore biadesivo.

Sui Rulli e su Strada

Il n2s supporta qualsiasi dispositivo ant+, quindi è compatibile con fasce di frequenza cardiaca, misuratori di cadenza, misuratori di velocità ed anche con tutti i misuratori di potenza attualmente in commercio.

power

Per capire la qualità della misurazione, mi sono divertito a fare un piccolo test di comparazione ed ho messo sul banco di prova: navi2coach, Garmin 810, Pc con sistema di lettura ant+

unboxing 11

Il risultato è stato più che soddisfacente. Il n2c, a differenza dell 810, ha registrato perfettamente tutti i paramentri compresi quelli provenienti dal misuratore di potenza.

n2c_pc 1-14

In giallo la traccia del Garmin 810, in cui si vedono chiaramente i bug relativi alla perdita dei dispositivi ant+ e i cali di potenza, in verde la traccia del navi2coach ed in rosso quella del PC. Le traccie rosse e verdi (PC e n2c) come si può vedere sono praticamente sovrapponibili.

Anche su strada il comportamento del navi2coach è irreprensibile, mai un problema di perdita di segnale e parametri correttamente registrati.

Il file prodotto dal navi2coach è in formato FIT, quindi perfettamente utilizzabile dal  programma proprietario di O_Synce: TrainingLab;

n2c_pc 1-15

 da software di terze parti come: Golden cheaath, Wko, Race day Apollo, SportTrack (dalla v 3 in poi); dai siti online, come: Garmin Connect, Strava, Training Peaks etc.

Allenamenti: Anche il n2c, come il suo diretto concorrente (Garmin edge 500) consente di programmare e poi eseguire allenamenti personalizzati. Questi allenamenti, possono essere inseriti manualmente, procedura lunga e scomoda, o automaticamente, utilizzando l’apposito programma tutto fare TrainingLab.

n2c_pc 1-9

L’utilizzo del programma risulta, semplice ed intuitivo: si possono inserire intervalli singoli, oppure ripetuti. La procedura per la creazione degli allenamenti, come l’invio di quest’ultimi al navi2coach, richiede veramente pochi istanti.

Navigazione

Il Navi2Coach, integra nel proprio HW, un GPS non cartografico, che ci consente:

  • Di salvare un punto in cui ci troviamo POI,
  • Navigare verso un POI
  • Seguire una traccia
  • Tornare indietro su una propria traccia.

La qualità della traccia è affidata al collaudatissimo chipset Sirf IV, mentre la navigazione assistita ad una bussola integrata di tipo Magnetico.

unboxing 14

Salvataggio di un Punto di Interesse (POI)

Come sempre possiamo eseguire l’operazione da terminale, posizionandoci sul punto e tenendo pigiato per oltre 2 sec, il tasto LAP, oppure conoscendo le coordinate utilizzando TrainingLab.

n2c_pc 1-7

Navigare verso un POI.

Durante la corsa, richiamando il menù principale, o prima di inizare la nostra attività è possibile richiedere al dispositivo di portarci (navigazione) ad un POI salvato in memoria.

unboxing 12

Essendo il n2c un GPS non cartografico le indicazioni per arrivare al nostro punto di interesse ci verranno fornite in formato diretto.

In pratica il navigatore ci indicherà la nostra posizione, la posizione del punto, Sarà nostro compito, seguendo l’indicazione della bussola, seguendo l’olografia del terreno, arrivare a destinazione.

Seguire una traccia / tornare indietro

Come per i POI è possibile seguire una traccia. La traccia può essere un percorso già fatto in formato Fit, o una qualsiasi traccia, anche realizzata usando i vari siti online in formato tcx o gpx. In quest’ultimo caso il file dovrà essere inserito nella memoria del navigatore e precisamente nella cartella import.

n2c_pc _sd

Anche qui le indicazioni per raggiungere il percorso sono fornite dalla sola bussola.

unboxing 13

Nela caso della creazione di tracce, di siti per realizzare tracce in formato gpx ne esistono un infinità: open runner, bike router toaster, GpSies, quick Maps, ride with gps ma se per realizzare il file gpx si decide di utilizzare il sito: http://maps.cloudmade.com/ allora si avranno anche le indicazioni, a mezzo di frecce, stile navigatore stradale,   passo passo per la svolta.

Considerazioni sulla navigazione

Quello della navigazione è uno degli aspetti poco curati di questo dispositivo. Per raggiungere un punto o una traccia abbiamo a disposizione la sola bussola, che comunque è sempre meglio calibrare prima di intraprendere ogni navigazione. Mancano, a mio modesto parere, gli elementi fondamentali per la navigazione non cartografica, quali:  la linea retta che unisce la meta con la nostra posizione attuale (“bearing”) oppure con il punto in cui è iniziata la navigazione (“course”);  la deviazione da detta retta sia angolare che metrica.

Elementi che non possono neanche essere impostati, perchè non previsti.

La qualità della traccia e la capacità di ricezione sono quelli del Chipset SirfStar IV, quindi sicuramente di ottima qualità, l’altimetro è barometrico e di ottima fattura.

Aggiornamento FW

Il navi2coach, in ultimo, consente la possibilità di aggiornamento del proprio firmware. Se si utilizza il TrainingLab, la procedura di verifica e di aggiornamento avviene in automatico.

n2c_pc 1-10

 work-in-progres

Pro:

  • Facile ed intuitivo da usare.
  • Facile, grazie al TrainingLab,  da personalizzare ed aggiornare.
  • ha tante funzioni che non ha il garmin, fantastico il remainder per ricordarsi di bere e mangiare
  • facile configurare e realizzare i propri allenamenti
  • legge ogni dispositivo ant+ e non ha problemi con i misuratori di potenza.

Contro

  • Aggancio, non sembra dei migliori, la paura che alla prima buca il navi2coach voli via è sempre presente.
  • Mancano alcuni valori che io uso spesso sul Garmin, come la Potenza media a 10″, la Vam, W/kg, lavoro in Kj, indicazione delle zone si di FC che di potenza.
  • Localizzazione del software.
  • tasti duri da usare, spesso si pigia ma non accade nulla.

4 thoughts on “O_synce Navi2Coach

  1. Pingback: MioCyclo 505 | Fat Cyclist for Cyclist with BMI >25

  2. Pingback: Suunto Ambit2 S | Fat Cyclist for Cyclist with BMI >25

  3. Pingback: Navi2coach aggiornamento fw | Fat Cyclist for Cyclist with BMI >25

  4. Pingback: Wtek H2-S cardiofrequenzimetro ant+ | Fat Cyclist for Cyclist with BMI >25

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...